Gravidanza

Nuove opportunità per i prematuri

venerdì 18 aprile 2008 di Alessandro Aquino

bambino nato prematuro

Una nuova ricerca, portata avanti dal Dr. Eichenwald, direttore del centro neonatale del Texas Children’s Hospital di Houston, sta sviluppando un nuovo modo per aiutare i medici e genitori in una delle più angoscianti decisioni in medicina, su quale trattamento offrire ad un piccolissimo neonato prematuro.

Questi bambini sono al limite della vita, di peso inferiore a 2 Kg e nati dopo tra la 22esima a 25esima settimane di gravidanza, ben prima delle normali 40 settimane. Circa 40.000 bambini ogni anno nascono in questa fase molto precoce.

Il nuovo metodo utilizza una calcolatore on-line sviluppato per tali casi, introducendo alcuni fattori come peso alla nascita e il sesso, che genererà delle statistiche sulle possibilità di sopravvivenza del bambino e il rischio di disabilità.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

Ecografia al primo uomo incinto

venerdì 4 aprile 2008 di Federico Illesi

ecografia primo uomo incinto

Dopo le varie voci che da più parti arrivavano per smentire la notizia data sulla gravidanza di Thomas Beatie, definito il primo uomo incinto, è stato invitato da Oprah Winfrey per trasmettere in TV la sua ecografia.

Il titolo del programma “Is the world ready for this?” (“Il mondo è pronto per questo?”) che riassume in breve il clima e le critiche che ruotano attorno a questa storia.

Nel corso dell’intervista televisiva con Oprah, Thomas Beatie racconta di aver inizialmente pensato di voler tenere “segreta” l’inusuale gravidanza, anche per evitare reazioni negative della gente: «Se mia moglie Nancy avesse potuto avere figli non mi sarei sottoposto a tutto questo», ha affermato l’uomo.

[via e foto ]



Tag: , , ,

Il primo uomo incinta/o

martedì 25 marzo 2008 di Federico Illesi

uomo incintoLa notizia ha dell’incredibile ed è stata riportata da moltissimi giornali: parla di Thomas Beatie, un uomo dell’Oregon, che è incinta, in attesa di una bambina.

La cosa potrebbe sembrare impossibile, soprattutto per i vicini di casa che vedevano in Thomas e nella moglie Nancy un coppia come molte altre, ma la soluzione è presto detta: Thomas prima era una donna.
Thomas, ora legalmente uomo, ha iniziato il suo percorso sottoponendosi a vari interventi chirurgici tra cui la rimozione del seno e le iniezioni di testosterone, ma per sua decisione non si è fatto rimuovere la vagina e quindi l’apparato riproduttivo.

In seguito, Thomas si sposa con Nancy e, visto che la moglie non può avere i figli, l’unica soluzione che rimane è quella di affrontare direttamente una gravidanza.
Scrive Thomas «Come ci si sente ad essere incinto? Una sensazione incredibile. E, nonostante la mia pancia cresca giorno dopo giorno, io mi sento un uomo. Quando mia figlia nascerà, io sarò il padre e Nancy la madre».

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

Staminali dal cordone ombelicale: kit di raccolta

mercoledì 19 dicembre 2007 di Federico Illesi

kit cellule staminali sangue cordone ombelicale

Grazie a Smartbank possiamo oggi vedere bene in cosa consiste il kit di raccolta del sangue da cordone ombelicale per poter poi prelevare le cellule staminali e conservarle in un laboratorio adeguato.

Il Kit SmartBaby, che vedete sopra, viene recapitato a casa assieme a una scatola bianca coibentata di cartone da mantenere integra. Essa dovrà essere poi utilizzata per spedire il sangue cordonale al Laboratorio, quindi è importante maneggiarla con cura e tenerla ben custodita.

All’interno della scatola, oltre ai vari fogli da compilare per motivi burocratici, c’è un elenco di esami da eseguire sulla madre per escludere alcune patologie come epatite B e C e HIV. In ogni caso tutto viene spiegato con cura in modo da non commettere errori.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , ,

Ascoltare il proprio bambino in pancia

martedì 27 novembre 2007 di Federico Illesi

fonogramma suoni feto

AngelSounds è prodotto molto interessante che permette di ascoltare i rumori e il battito cardiaco proveniente dal bambino, o forse sarebbe meglio dire feto, mentre è ancora all’interno della pancia della mamma.

Oltre a sentire il battito del proprio figlio, che credo sia una esperienza molto coinvolgente e unica, con questo nuovo apparecchio è possibile registrarlo per poter riascoltare il file audio negli anni a seguire e ricordare i magici momenti passati.

Il Fetal Doppler System è in vendita a 27,03$, circa 18€, più spese di spedizione.

[via ]



Tag: , , , ,

Respisense Buzz contro le apnee nei neonati

martedì 30 ottobre 2007 di Federico Illesi

monitoraggio respirazione neonati sids

Hans Pietersen, ingegnere di Pretoria (Sud Africa) ha creato il Respisense Buzz, un apparecchio in grado di individuare e segnalare adeguatamente le apnee nei neonati.

Le morte bianche improvvise in culla o Sids (Sudden Infant Death Syndrome) consistono il più delle volte nell’arresto improvviso della respirazione del neonato che possono portare in taluni casi a estreme conseguenze.

[Continua a leggere »]



Tag: ,

Gli ovuli cresciuti in laboratorio evitano alle donne pericolosi farmaci

venerdì 26 ottobre 2007 di Federico Illesi

cellula uovo fecondata spermatozoiPer la prima volta in Inghilterra, una cellula uovo maturata in laboratorio è stata impiantata nell’utero di una paziente, invece di seguire cure farmacologiche standard con farmaci per la fertilità, potenzialmente pericolosi e che a volte sono causa di gravidanze multiple.

La tecnica di riproduzione con fecondazione assistita in vitro (IVF, in vitro fertilization), in cui vengono somministrati alla donna farmaci che promuovono l’ovulazione per ottenere un uovo da fecondare e successivamente estrarre, fertilizzare e quindi impiantare nell’utero, può produrre la cosiddetta sindrome da iperstimolazione delle ovarica (OHSS): formazione di voluminose cisti ovariche.

Con la nuova tecnica detta IVM (in vitro maturation) cellule uovo non mature vengono prelevate e coltivate in laboratorio prima di essere fertilizzate e impiantate. In questo caso alla neo mamma viene data una sola dose di farmaco per indurre l’ovulazione.

Quest’ultima tecnica è ancora agli albori e la maggior sicurezza dal punto di vista fisico della donna la si paga con un percentuale di successo nettamente inferiore rispetto alla IVF. Infatti, di due milioni di bambini nati con la IVF, solo 400 sono stati prodotti con la IVM.
Al momento i medici consigliano questa tecnica, ancora sperimentale, a donne particolarmente sensibili agli estrogeni e altri farmaci che promuovono l’ovulazione.



Tag: , , ,

Svelato il mistero delle morti bianche infantili

lunedì 15 ottobre 2007 di Federico Illesi

morte in culla infantileRoger Dobson e Senay Boztas della Bristol University’s Institute of Child Life and Health ne sono sicuri: le morti bianche tra i neonati sono causate dal fumo durante la gravidanza.

Lo studio pubblicato questa settimana dà finalmente una risposta a questo fenomeno, in inglese chiamato SIDS (Sudden Infant Death Syndrome) ovvero sindrome della morte improvvisa infantile o più semplicemente morte in culla, studiato da molti e che ancora non trovava alcuna spiegazione presso la comunità scientifica.

In particolare, gli scienziati andando ad analizzare i neonati morti prematuramente e apparentemente senza spiegazione, hanno visto che 9 mamme su 10 hanno fumato o sono state esposte al fumo passivo durante la gravidanza. In questo senso il fumo aumenterebbe di 4 volte la probabilità che il nascituro sviluppi la sindrome della morte improvvisa rispetto alle madri non fumatrici.

Dai primi test effettuati emergerebbe che il fumo agisce negativamente nel cervello del feto ancora in via di sviluppo, creando delle reazioni chimiche “ostili” e per questo e per gli altri motivi già noti almeno durante la gravidanza è di fondamentale importanza smettere di fumare.



Tag: ,

I figli aiutano la madre a evitare il cancro

martedì 9 ottobre 2007 di Federico Illesi

cellule fetoAnalizzando le percentuali delle donne colpite da tumore si è visto che quelle con almeno un figlio sono meno interessate dalla patologia.

La ricerca, svolta presso il Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, ha quindi suggerito una nuova ipotesi secondo cui sarebbero gli ormoni, prodotti dal corpo della madre quando è incinta, a proteggerla dai tumori.
In particolare, le cellule del feto possono entrare nel circolo sanguigno della madre e rimanervi per qualche anno, aumentando il livello di protezione sia per le malattie che per lo sviluppo anomalo di cellule definite cancerose.

Per avvallare questa ipotesi, gli studiosi hanno selezionato un gruppo di 35 donne con il cancro al seno e 47 in salute. Hanno poi prelevato del sangue e analizzato alla ricerca delle cellule provenienti dal feto. I risultati hanno mostrato che il 43% delle donne in salute avevano nel sangue le cellule in questione, mentre solo il 14% nelle donne con tumore al seno.

Al momento questi risultati danno solo un’indicazione di massima -tutta da verificare- e che terrà sicuramente occupati i ricercatori nei prossimi anni ad esempio per scoprire i meccanismi con cui realmente avviene la “protezione” dai tumori per poter creare una cura.



Tag: , , , , , , ,

Feto umano

lunedì 8 ottobre 2007 di Federico Illesi

feto placenta

Quella che vedete sopra è -a mio avviso- una bellissima immagine che ho trovato durante una delle mie peregrinazioni in internet e l’ho pubblicata per rendervi partecipi di questa meraviglia.

Nella foto si nota la placenta, organo che permette il nutrimento e in generali gli scambi feto-madre, il cordone ombelicale, attraverso il quale avvengono di fatto gli scambi, il sacco amniotico semitrasparente e soprattutto il feto, in cui si distinguono già chiaramente le sembianze umane.



Tag: ,