Dispositivi diagnostici

Micro elettrocorticografia

lunedì 13 luglio 2009 di Federico Illesi

Micro elettrocorticografia

I neurochirurghi dell’Università dello Utah hanno sviluppato un array di elettrodi molto sottili che non penetrano la superficie del cervello per prevenire i potenziali effetti indesiderati tipici dei moderni elettrodi ad alta precisione.

L’esame è denominato micro elettrocorticografia (micro electrocorticography, ECoG) e gli array appena descritti hanno dimensioni talmente ridotte da poter pensare di lasciarli sulla membrana cerebrale in modo permanente e non solo durante particolari operazioni chirurgiche.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Clinica del sonno a casa tua

lunedì 15 giugno 2009 di Alessandro Aquino

Zeo Sleep

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM e una fase REM che se non equilibrate durante le ore notturne denotano uno scompenso che si trascina poi per l’intera giornata facendoci sentire stanchi e fiacchi. Spesso questi disturbi nascono veri e propri problemi di tipo neuroendocrino o del sistema nervoso centrale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Sonda a ultrasuoni portatile grazie al telefonino

martedì 21 aprile 2009 di Andrea Baron

Gli ingegneri informatici della Washington University di St. Louis sono riusciti a portare gli strumenti medici ad un nuovo livello: alzi la mano chi non sognerebbe un ecografo talmente portatile da stare in tasca. Questo è proprio quello che hanno realizzato, grazie ad una sonda a ultrasuoni USB e uno smartphone.

Per rendere compatibile le sonde a ultrasuoni USB commerciali con la piattaforma Windows Mobile, William D. Richard, professore associato di informatica e ingegneria, e David Zar, ricercatore associato, hanno dovuto ottimizzare tutti gli aspetti relativi alla sonda, dal consumo energetico, alla velocità di trasferimento dei dati, agli algoritmi per decodificare i segnali, il tutto grazie ad un finanziamento di Microsoft stessa di 100.000 dollari.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

Monitoraggio continuo della pressione

giovedì 16 aprile 2009 di Federico Illesi

pressione sanguigna misuraDal Massachusetts Institute of Technology (MIT) arriva notizia di un interessante dispositivo indossabile per il monitoraggio continuo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, della pressione sanguigna.

Accade a volte che il medico si trovi a fare diagnosi importanti con una palese pochezza di dati, è questo il caso di tutte quelle patologie legate alla pressione.
Normalmente questo parametro viene misurato direttamente dal medico nel suo studio al momento della visita, quindi un’unica lettura perdipiù affetta da errori: il solo recarsi dal dottore può causare un senso d’ansia nel paziente.

In questo quadro si inserisce perfettamente il dispositivo del MIT che rileva (campiona) la pressione del paziente giorno e notte e per più giorni. Così facendo si ottiene un profilo pressorio molto dettagliato che permette di effettuare diagnosi sicuramente più accurate.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Lifepack 15

giovedì 9 aprile 2009 di Federico Illesi

lifepack medtronic apparecchiature

La Medtronic Physio-Control ha da poco ricevuto dalla FDA l’approvazione per la vendita del nuovo modello monitor/defibrillatore LifePack 15.

Oltre al design accattivante (che in caso di apparecchiature medicali è un parametro poco significativo), LipePack 15 ha caratteristiche tecniche molto interessanti, ad esempio resiste molto bene agli urti e all’acqua (generalmente pioggia), tali da rendere questo dispositivo una punta di diamante della azienda americana.

L’unità dispone di sensori per individuare il monossido di carbonio, saturazione dell’ossigeno e metaemoglobina. LifePack integra al suo interno un “metronomo” CPR per aiutare i soccorritori ad intervallare la defibrillazione alla ventilazione. L’energia massima che è in grado di generare è di 360 joule.

Un altro parametro importante è la durata della batteria che supera le 6 ore operative.



Tag: , ,

Ossimetro e monitoraggio dei fluidi corporei con Rainbow SET

lunedì 23 marzo 2009 di Federico Illesi

ossimetro apparecchiature

La Masimo Corporation ha realizzato un monitor multifunzione talmente avanzato da permettere l’osservazione di ben 12 diverse onde insieme all’analisi dell’ossigenazione del sangue.

Il dispositivo biomedicale è stato presentato all’83esimo congresso scientifico tenuto il 14 marzo in California dalla Anesthesia Research Society (IARS).
Nello studio di Errol et alter sono stati confrontati i dati provenienti da misure non invasive con quelle di 16 pazienti sottoposti a trapianto di fegato in tre momenti critici dell’operazione. La conclusione è stata positiva per l’apparecchiatura: l’indice di perfusione intravenosa può essere considerato per monitorare il volume intravascolare nei pazienti sottoposti a ventilazione meccanica assistita.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

BSGI

lunedì 2 marzo 2009 di Federico Illesi

dilon bsgi cancro seno

Un trial clinico ha comparato la differente sensibilità dei tradizionali esami al seno, come MRI, ecografia e mammografia, rispetto la nuova metodologia chiamata Breast Specific Gamma Imaging (BSGI).

La tecnologia BSGI è prodotta dalla Dilon Technologies (Newport News, VA) e utilizza un tracciante capace di emettere radiazioni gamma una volta iniettato nell’organismo e legato alle cellule. Con questo esame è possibile valutare l’incremento dell’attività metabolica delle cellule cancerogene, come comparazione all’attività dei tessuti circostanti.
La Dilon ha fatto sapere che l’esame diagnostico è indipendente dalla densità del tessuto e può scoprire una massa tumorale ai primi stadi formativi.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , ,

Top ten 2009

mercoledì 25 febbraio 2009 di Giulio Bernardinelli

2009

Sulla rivista Technology Review, pubblicata dal MIT, è apparso un piacevole articolo che ha l’intento di individuare quali saranno le innovazioni più significative del 2009.

Nonostante la rivista abbia un carattere interdisciplinare, è importante notare come la presenza di tecnologie utilizzabili in campo biomedico non è minimamente trascurabile. In particolare, si annunciano come rivoluzionarie una nuova tecnica di sequenziamento del DNA ed uno strumento diagnostico a basso costo.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , ,

HYPER-IMS, sensore di pressione

martedì 24 febbraio 2009 di Federico Illesi

hyper-ims sensore pressione intravascolare

I sensori wireless intravascolari per misurare la pressione non sono certo una novità, ma quello che vi stiamo per presentare è il più piccolo attualmente esistente.

I ricercatori del Fraunhofer Institute (Germania) hanno progettato HYPER-IMS, constatando quanto sia importante monitorare la pressione intravascolare in tutti quei pazienti con particolari patologie. Ad esempio, in persone con la pressione molto alta già a riposo o al contrario la stessa assunzione di farmaci può abbassare la pressione in modo consistente ed è quindi chiaro che occorre un feedback per regolarla in maniera corretta.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

SNP Dr, per valutare gli effetti indesiderati

martedì 24 febbraio 2009 di Federico Illesi

test effetti indesideratiI ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno sviluppato un dispositivo che potrà aiutare i dottori a predire eventuali reazioni avverse ai farmaci.

Il device, chiamato Single Nucleotide Polymorphism Doctor (SNP Dr, pronunciato “snip doctor”), identifica nei pazienti la presenza di precise sequenze di DNA che possono fungere da marker per potenziali reazioni alla somministrazioni di determinati principi attivi.

Nello specifico, i ricercatori hanno individuato le sequenze di DNA che corrispondono al metabolismo. Un metabolismo lento implica che i farmaci permangano a lungo nell’organismo prima di essere espulsi e quindi maggiori probabilità di causare effetti indesiderati. Al contrario, il farmaco viene metabolizzato velocemente, minimizzando le problematiche connesse all’uso.

SNP Dr è costituito da un sensore capace di individuare queste particolari sequenze di DNA, partendo da un campione di saliva. Operazione decisamente poco costosa e al tempo stesso rapida, soprattutto se paragonata alle normali analisi di laboratorio.

[via | maggiori ]



Tag: , , , , , ,