Contraccettivi

Pillola del dopodomani

martedì 15 settembre 2009 di Alessandro Aquino

pillola

E dopo la pillola del giorno dopo, ecco quella di “dopodomani”. Un nuovo contraccettivo, chiamato EllaOne, è in arrivo sugli scaffali delle farmacie francesi. Funziona con lo stesso principio della “pillola del giorno dopo”, ma potrà essere utilizzata fino a cinque giorni dopo il rapporto considerato “a rischio”. L’efficacia è altissima: oltre il 95%, spiega l’azienda che l’ha creata, HRA Pharma: delle 1.241 donne che hanno preso parte allo studio principale, solo 26 (il 2,1%) è rimasto incinta.

La commercializzazione della pillola è stata autorizzata una prima volta dall’Europa a maggio, ma aspetta l’ultimo “semaforo verde” dall’Agenzia Europea del Farmaco il 24 di settembre prossimo. Subito dopo la commercializzazione in Francia, il medicinale dovrebbe sbarcare in Germania e Gran Bretagna. In Francia sarà in vendita su prescrizione medica. Non è ancora stato comunicato il prezzo, che sarà però più alto di quello della pillola del giorno dopo. Pochissimi gli effetti collaterali registrati: dolori addominali e irregolarità nel ciclo mestruale.

L’efficacia del levonorgestrel (norlevo), ovvero il principio della pillola del giorno dopo, è paragonabile a quella del nuovo farmaco entro le prime 24 ore successive al rapporto: ma scende al 60% tra le 48 e le 72 ore. Dopo il terzo giorno, l’efficacia è pressoché nulla. La differenza è nelle modalità di funzionamento: la nuova pillola è infatti un modulatore specifico dei recettori del progesterone: blocca l’ovulazione, ma per un tempo più lungo della pillola del giorno dopo. Alcune associazioni cattoliche, scrive il giornale Le Figaro, hanno protestato contro la commercializzazione della pillola, messa a confronto con la RU486, o pillola abortiva.



Tag: , , , , ,

Yaz, la nuova pillola contraccettiva in arrivo dall’America

lunedì 26 gennaio 2009 di Valeria Gatopoulos

yaz contracettivo

Sarà disponibile in Italia a partire dal mese prossimo e si pensa che dopo il solito scetticismo iniziale la nuova pillola verrà benevolmente accolta! La pillola già in uso in America è stata presentata ad un congresso a Berlino, cui hanno preso parte numerosi medici provenienti da diverse nazioni.
Yaz, questo è il nome della pillola, è a base di drospirenone, un ormone appartenente alla famiglia degli ormoni progestinici, la novità è che questo ormone però riesce ad evitare la fastidiosa ritenzione idrica e udite udite contrasta gli sbalzi umurali tipici della sindrome premestruale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

La contraccezione vista dal maschio

lunedì 12 gennaio 2009 di Alessandro Aquino


Il maschio italiano, secondo un’indagine recentissima e trasversale da Nord a Sud, tra generazioni diverse (18-54 anni) e mestieri variegati, dimostrerebbe ancora una palpabile assenza di pragmatismo. Intervistati sulla loro “prima volta’” solo il 5 per cento dichiara di aver intavolato il dialogo contraccettivo con la partner di quel momento: gli altri ne hanno piuttosto parlato con gli amici (59%).

Ben il 91% dei mille intervistati, invece, ammette di sapere tutto sulla pillola del giorno dopo, quella di emergenza. Affrontare spesso, o qualche volta, il tema contraccezione è più frequente tra i giovani (18-24 anni) soprattutto se studenti. Un’attenzione verso la vita di coppia che però va a picco dai 25 anni in poi e spingendosi a Sud.

Sorprendente emerge, in questo quadro, la conoscenza che un terzo dei mille intervistati dimostra di avere verso il cerotto ormonale. “È un metodo ben visibile e, conoscendone l’efficacia, pari a quella della pillola, e la sicurezza (azione mantenuta anche in caso di vomito o diarrea, copertura assicurata per 48 ore anche in caso di ritardo nel ricambio), l’uomo ne percepisce il valore aggiunto”, riassume la ginecologa e sessuologa Alessandra Graziottin. Ancora: una ricerca di 5 centri italiani (su Nutrition Journal), dimostra che il cerotto contraccettivo non influisce sul peso della donna che ne fa uso.



Tag: , ,

Love Condom: 3 preservativi a 0,50

mercoledì 8 ottobre 2008 di Giusva Iannitelli

Simpatica campagna costruita dalla Troy, un’agency belga, che mette in risalto la linea Love Condoms, una confezione di profilattici a basso costo.

Infatti, nella mini-confezione sono disponibili tre preservativi ad un costo consigliato di 50€cent (anche se è possibile trovarli a meno).
Un pene in primo piano e alcune battute che rendono il contesto simpatico: “ho finalmente scoperto un buon antivirus. Bill”, “Con tutti questi soldati intorno a te è meglio stare protetti. Arnold”, e così via.

Imperdibili, soprattutto perché si fa uscire il concetto di profilattico dal solito tabù e si mostra addirittura indossato, senza creare troppo scalpore.

[via | ]



Tag: , , , , , ,

Vaccino HIV-1 TAT: intervista alla Dr. Barbara Ensoli

martedì 5 agosto 2008 di Federico Illesi

Vaccino aids tat

Intervista di Federico Illesi alla Dottoressa Barbara Ensoli, direttrice del Centro Nazionale Aids all’Istituto Superiore di Sanità, per approfondire il tema dell’Aids e il vaccino HIV-1 TAT attualmente in fase II di sperimentazione.

L’unica vera precauzione contro l’Aids, ma in generale contro le malattie sessualmente trasmissibili, rimane il preservativo: si fa abbastanza informazione secondo lei?

Le campagne informative sono sicuramente uno strumento fondamentale per la comprensione e la prevenzione dell’infezione da HIV; negli ultimi anni si è assistito a una progressiva perdita della percezione del rischio connesso all’infezione da HIV e alle malattie sessualmente trasmesse in concomitanza della riduzione di campagne informative specifiche.
Sicuramente, quindi, non bisogna sottovalutare questo aspetto e bisogna fare in modo, soprattutto per le popolazioni più giovani, che vengano sviluppate strategie di comunicazione adeguata, utilizzando anche veicoli oggi più attuali: penso non solo alla televisione ed ai mezzi di comunicazione tradizionali, ma anche ad internet, blog, ecc. La Commissione Nazionale AIDS ha infatti predisposto un piano già in parte attuato attraverso uno spot televisivo a che vedrà compimento nel prossimo futuro, con interventi mirati.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , , ,

AIDS: curare tutti entro il 2010

lunedì 4 agosto 2008 di Giusva Iannitelli

logo aids hivPortare cure efficaci per l’HIV ovunque entro il 2010: questo il messaggio che si leva unanime da Città del Messico, luogo scelto perla conferenza mondiale sull’AIDS e che ha riunito oltre 25000 persone, tra esperti e attivisti, che insieme stanno cercando una soluzione non solo per combattere alla radice questa malattia, ma soprattutto per portare medicinali antivirali e il concetto di prevenzione.

Nel mondo si contano circa 33 milioni tra adulti e bambini colpiti da HIV, con una leggerissima flessione dal 2001 al 2007 di nuovi casi (passati infatti da 3 milioni per anno a 2.7 milioni): tuttavia stiamo parlando ancora di numeri estremamente elevati, che dovrebbero far preoccupare.

Gli esperti dell’Unaids, Nazioni Unite per la lotta all’AIDS, parlano proprio di stabilizzazione dell’epidemia, ma la conta lascia davvero sbalorditi: 22 milioni di infetti in Africa sub-sahariana, 4.2 milioni nel sud-est asiatico e in Asia meridionale, 1.7 milioni in America Latina, 1.5 milioni in Europa dell’est e Asia centrale, 1.2 miloioni in nord America, 740.000 in Asia orientale, 380.000 in Medio Oriente e Nord Africa, 230.000 ai Caraibi, 74.000 in Oceania e 730.000 in Europa occidentale.

Tanti, troppi forse. L’unica cosa che commenta questi numeri non è un discorso retorico sull’attenzione, ma un’unica parola: prevenzione, sempre e comunque, tramite l’uso di preservativi.

[via ]



Tag: , , , , ,

Estrogeni sul pene per bloccare l’HIV

giovedì 5 giugno 2008 di Federico Illesi

estrogeni hiv aids peneAndrew Pask e Roger Short, due ricercatori di Melbourne, sono convinti di aver trovato la chiave per sconfiggere il virus dell’HIV.

Per più di 20 anni si è cercato di combattere il contagio del virus dell’Aids promuovendo il sesso sicuro, ovvero usando i preservativi durante ogni rapporto soprattutto con i partner occasionali. Ma ora tutto ciò potrebbe cambiare se la scoperta effettuata venisse confermata anche in altri studi.

I ricercatori hanno riportato che semplicemente spalmando una crema a base di estrogeno sul prepuzio si riesce a generare una barriera in grado bloccare la trasmissione dell’HIV da un soggetto sano a uno infettato.
Ciò che si è osservato è che la malattia negli uomini si contrae quando il virus attraversa la pelle molto tenera sulla parte interna del prepuzio.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , ,

Maratone e montagne russe con i profilattici Manix

venerdì 18 aprile 2008 di Federico Illesi

profilattici manix endurance

Due simpatiche illustrazioni per pubblicizzare i profilattici Manix, realizzate da Helio per l’agenzia parigina CLM BBDO.

Qui maggiori informazioni sui profilattici, utili come anticoncezionali e fondamentali per proteggere dalla trasmissione di pericolose malattie veneree.

Advertising Agency: CLM BBDO, Paris, France
Creative Directors: Gilles Fichteberg, Jean-François Sacco
Art Directors / Copywriters: Céline Artigau, Nicolas Hurez
Illustrator: Helio

[via ]



Tag: , , , ,

Lunghi momenti di felicità

mercoledì 27 febbraio 2008 di Federico Illesi

profilattici lungo piacere

Oggi vi propongo un altro spot, questa volta però basato su argomenti decisamente più soft, ma pur sempre importanti: la protezione nei rapporti sessuali.

È bene ricordare che utilizzare sempre i profilattici non significa solo “evitare una gravidanza”: questo può essere un effetto collaterale per qualcuno, ma nulla in confronto a malattie trasmissibili dell’ordine di HIV (AIDS), Sifilide, Gonorrea, Papilloma, epatiti, ma anche patologie meno conosciute (però non meno importanti), come chlamydia trachomatis, ureaplasma urealyticum, mycoplasma genitalis e hominis, e il trichomonas vaginalis.

In realtà la pubblicità in questo articolo non riguarda essenzialmente questo problema, quanto più la “donna oggetto”: la promessa dell’azienda tedesca è dura più a lungo, prendi più a lungo, per un’erezione più duratura (Give longer. Take longer. – Lovemachine condoms. For a longer erection. By Beate Uhse). In sostanza il tempo dovrebbe essere talmente tanto da lasciare spazio a giochi come sudoku o cruciverba.
Personalmente la trovo un po’ maschilista, visto che in fin dei conti si sta parlando di lunghezza di rapporti sessuali. Ma si sa, questo si chiama viral marketing: parlatene bene, parlatene male, purché se ne parli.



Tag: , , , , , , , ,

I profilattici di David Beckham tirano di più

lunedì 25 febbraio 2008 di Federico Illesi

profilattici preservativi David Beckham

Quando una società cinese produttrice di contraccettivi ha deciso di apporre la foto del famoso calciatore David Beckham sulle confezioni di profilattici, forse non immaginava il successo che avrebbero avuto. Oggi, infatti, vende più di ogni altro produttore dello Stato, da qui il titolo del post.

L’agente di Beckham, Simon Oliveira, ha comunque precisato che il brand non è ufficiale e che quindi il calciatore è allo scuro di tutto.

«È stupefacente -osserva – come una società possa produrre profilattici, magari di scarsa qualità, e applicare un’immagine di un bel giocatore di calcio e sedersi ad ammirare i profitti salire».

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,