Trapianto di cellule pancreatiche

cellule pancreasI ricercatori dell’Università di San Diego in California in collaborazione con gli scienziati del Burnham Institute for Medical Research hanno effettuato uno studio con l’intento era quello di riuscire ad effettuare un trapianto di cellule pancreatiche per combattere il diabete di tipo 1 e il problema del rigetto.

I precursori delle cellule pancreatiche, in grado di controllare il livello di glucosio nel sangue, sono stati avvolti in una membrana di PTFE, queste cellule sono state trapiantate in due tipi di topi diversi, alcuni di questi erano affetti da immunodeficienza. I linfociti T sono in grado di distruggere le cellule B, deputate alla produzione di insulina, generando così una deficienza immunitaria. Il trapianto di queste cellule incapsulate fa si che le stesse non vengano riconosciuti come corpi estranei che scatenano una risposta immunitaria da parte dei linfociti T.

Sorpassato l’ostacolo di quello che potrebbe essere definito come un rigetto, le cellule trapiantate non essendo completamente formate e differenziate sono in grado di formare delle cellule Beta effettivamente in grado di produrre insulina.

Un risultato oltre le aspettative che forse potrebbe risolvere i problemi dei pazienti affetti da diabete di tipo 1.

[via | foto ]

Articoli correlati

Una risposta a “Trapianto di cellule pancreatiche”

  1. Gregorio scrive:

    Buon giorno,ho letto il vostro notiziario per quanto riguarda le cellule staminali(trapianto)
    Sono diabetico da 34 anni con 2,ho 3 igniezioni di insulina al gg.oggi ho 42 anni è non ho ancora smesso di credere di poter uscire da questa malattia.
    Voi potete aiutarmi?

Rispondi