Archivio di marzo 2008

Cerotto antiparkinson Neupro

giovedì 27 marzo 2008 di Alessandro Aquino

cerotto anti parkinsonNeupro è una gamma di cerotti transdermici (si basa cioè sul principio della somministrazione del medicinale attraverso la pelle). Ciascun cerotto rilascia 2, 4, 6 o 8 mg del principio attivo rotigotina in 24 ore.

In monoterapia è usato nel trattamento del morbo di Parkinson allo stadio iniziale. Può anche essere usato con levodopa (altro medicinale usato nel morbo di Parkinson), a tutti gli stadi della malattia, compresi quelli terminali quando levodopa inizia a perdere la sua efficacia. Il medicinale può essere ottenuto soltanto con prescrizione medica.

Neupro viene applicato una volta al giorno, approssimativamente alla stessa ora ogni giorno. Il cerotto deve essere applicato sulla cute in corrispondenza di addome, cosce, anche, fianchi, spalle o braccia. Il cerotto rimane a contatto con la cute per 24 ore e viene successivamente sostituito da un cerotto nuovo, posizionato in un sito di applicazione diverso. La dose va incrementata ovviamente dallo stadio iniziale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

MyECG: piccolo, versatile e portatile

giovedì 27 marzo 2008 di Alessandro Aquino

MyECG E3-80 eletrocardiografo

MyECG E3-80 è il primo dispostivo professionale portatile con 24-ore di registrazione Elettrocardiografica (ECG, unito ad un sistema chiamato “Recorder Analyzer” sfruttato per l’analisi del tracciato. Interamente progettato e sviluppato in Taiwan da MSI, in collaborazione con i medici e gli infermieri della celebre struttura medica taiwanese, MSI è stata in grado di progettare uno strumento di qualità che è utile in ambiente ospedaliero e per il monitoraggio quotidiano.

MyECG E3-80 è approvato dal Ministero della sanità di Taiwan, dalla Comunità europea (CE), dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, ed è conforme alle norme ISO 13485.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Pet therapy

giovedì 27 marzo 2008 di Federico Illesi

pet therapyPubblico più che volentieri un comunicato stampa che mi è stato segnalato (grazie!) sulle novità e i traguardi raggiunti nella pet therapy, una terapia che si basa sul rapporto tra due esseri viventi con caratteristiche differenti. Da una parte l’animale, con il suo bagaglio di spontaneità e dall’altra persone bisognose di affetto e felicità.

Quando si stabilisce un contatto, una conoscenza si crea un affetto, una storia: non si è più soli. Qualsiasi cervello, per quanto offeso, tende a ricercare un equilibrio affettivo.
La conversazione è il modo attraverso il quale le persone condividono, creano, si confrontano.

L’animale, come l’uomo, nei suoi molteplici aspetti vive all’interno di una relazione, attiva un percorso affettivo, fa da tramite, abbraccia l’essere umano di tutte le età.

L’intuizione del valore terapeutico degli animali, che risale all’antichità e nel corso dei secoli ha assunto sempre più importanza, trova oggi una strutturazione metodologica e impieghi mirati a specifiche patologie.
Nei bambini con particolari problemi, negli anziani, in alcune categorie di malati e di disabili fisici e psichici il contatto con un animale può aiutare a soddisfare certi bisogni (affetto, sicurezza, relazioni interpersonali) e recuperare alcune abilità che queste persone possono avere perduto.

[Continua a leggere »]



Tag: , ,

Microscopio “Cellulare”

giovedì 27 marzo 2008 di Alessandro Aquino

microscopio telefono cellulareRicercatori dell’Università della California, Berkeley, hanno messo a punto una struttura modulare, un microscopio ad alto ingrandimento da attaccare ai telefoni cellulari.

Il dispositivo permetterà agli addetti ai lavori di lavorare in remoto, di catturare immagini ad alta risoluzione di cellule ematiche di pazienti nelle zone rurali usando la fotocamera del cellulare, e quindi trasmettere le foto agli esperti presso i centri medici più attrezzati.

I ricercatori sperano che questa innovazione potrà aiutare i pazienti con malattie ematiche, che vivono lontano da centri medici specialistici, per ottenere diagnosi più accurate e ricevere un adeguato trattamento terapeutico. Un semplice sistema di lenti da microscopia ottica si innesta sulla fotocamera di un cellulare che è in grado di trasmettere le immagini ingrandite ad un computer portatile utilizzando un connessione Bluetooth dal telefono cellulare. Le fotocamere dei nuovi telefoni cellulari sono in grado di catturare tutti i dettagli che un medico necessita per individuare i parassiti della malaria e le cellule tumorali.

La sfida era quella di creare un dispositivo a basso costo, durevole nel tempo e con una lunga durata della batteria.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , ,

Primo scanner che combina MRI e PET

giovedì 27 marzo 2008 di Federico Illesi

risonanza magnetica mri pet imaging

Gli scienziati dell’UC Davis sono riusciti a costruire il primo dispositivo per la diagnostica a immagini PET/MRI al mondo, ovvero in grado di combinare la risonanza magnetica (MRI) con la tomografia a emissione di positroni (PET).

Le due tecniche di imaging sono naturalmente complementari, poiché la risonanza magnetica fornisce informazioni dettagliate sulla struttura del tessuto mentre la PET è una modalità funzionale che, grazie al tracciante iniettato, dà informazioni molti importati sui processi biologici e sull’attività dei tessuti.

«Possiamo correlare la struttura dei tumori con la risonanza magnetica con le informazioni funzionali della PET e quindi capire cosa sta accadendo all’interno del tessuto tumorale» ha affermato Simon Cherry, ingegnere biomedico presso l’UC Davis.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Stent sulle biforcazioni

mercoledì 26 marzo 2008 di Alessandro Aquino

stent biforcazione

Stentys, è il nuovo stent ideato per le biforcazioni coronariche. Proprio ieri ero in sala operatoria per un monitoraggio durante una (TEAc) Trombo Endoarteriectomia carotidea, e alla luce di questa notizia ho proposto al chirurgo vascolare questo tipo di oggetto.
Il posizionamento è più semplice nelle stenosi coronariche, infatti è nato proprio per questo. Ma nulla e nessuno vieterebbe la sperimentazione anche su tutte le altre biforcazioni arteriose del nostro corpo.

Una stenosi coronarica, o una tenosi carotidea può essere trattata in maniera efficace con l’ausilio di uno stent, una piccola molla metallica con un palloncino all’interno, che apre l’arteria.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , ,

Tumore alle ossa

mercoledì 26 marzo 2008 di Federico Illesi

tumore cancro ossaCausato da un improvviso cambiamento anche di una sola cellula del nostro corpo, il cancro si presenta in numerose forme e può colpire molti organi; quello che stupisce è che il tempo di incubazione di questa patologia può variare a seconda dei diversi casi.

È infatti possibile che un cancro si sviluppi all’interno del corpo nel corso di molti anni e che il paziente che ne è afflitto non ne senta i disturbi per lungo tempo, ma esistono anche alcuni tumori che si sviluppano molto velocemente e i loro effetti possono essere fatali al malato anche in breve tempo.

Da qui l’idea di creare un che raccogliesse tutte o comunque molte tipologie tumorali. Una di queste è il tumore alle ossa che vi riproponiamo.

Il tumore alle ossa colpisce i tessuti ossei del corpo, quello spugnoso, quello compatto e quello subcondrale ed ha origine a partire dalle cellule che li costituiscono; questo tipo di tumore non è molto diffuso e colpisce maggiormente i giovani in un’età stimata di circa 20 anni.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Nuovo farmaco per la distrofia muscolare congenita di Ullrich

mercoledì 26 marzo 2008 di Federico Illesi

struttura molecolare ciclosporinaIl trattamento di cellule di pazienti affetti da distrofia muscolare congenita di Ullrich con ciclosporina A (CsA) funziona bene, riparando il “guasto” che scatena la malattia, proprio come nel modello animale.

È questo il primo ottimo risultato di uno studio pilota su 5 pazienti affetti dalla malattia con difetti nel gene per il collagene VI, una proteina che normalmente riveste le fibre muscolari formando una sorta di ragnatela e che manca nei malati.

Da studi precedenti era emerso che il meccanismo alla base della malattia risiede nei mitocondri, le “centrali energetiche” delle cellule, che il prof. Bernardi ed i suoi collaboratori studiano da molti anni.

Si tratta di un “corto circuito” provocato dall’apertura di un canale mitocondriale che in laboratorio può essere chiuso impiegando la ciclosporina A. Con questo farmaco i ricercatori erano già riusciti a curare le lesioni ai muscoli dei topolini privi del collagene VI, ma rimaneva da chiarire se il farmaco potesse avere efficacia anche nell’uomo.

[Continua a leggere »]



Tag: , ,

Nota informativa su Revlimid per la cura del Mieloma multiplo

mercoledì 26 marzo 2008 di Federico Illesi

revlimid farmaco mieloma multiploRevlimid (lenalidomide), già approvato dalla EMEA, è impiegato nella cura della seconda neoplasia del sangue più diffusa al mondo, con oltre 1 milione di persone colpite.

Il principio attivo di Revlimid è il lenalidomide per il trattamento del Mieloma Multiplo, recidivo o refrattario, in combinazione con desametasone.
Revlimid (lenalidomide) è un farmaco immunomodulante capace di agire in base a esclusivi meccanismi multipli che influiscono non solo sulle cellule tumorali ma anche sul microambiente che le circonda.

Il Mieloma multiplo, noto anche come malattia di Kahler-Bozzolo è una tipologia di cancro delle Plasmacellule, ovvero quelle cellule appartenenti al sistema immunitario presenti nel midollo osseo che hanno la funzione di produrre anticorpi. Il mieloma multiplo viene considerata una malattia incurabile, che però può essere fronteggiata con terapie a base di steroidi, chemioterapia, talidomide e trapianto di cellule staminali.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , ,

Il primo uomo incinta/o

martedì 25 marzo 2008 di Federico Illesi

uomo incintoLa notizia ha dell’incredibile ed è stata riportata da moltissimi giornali: parla di Thomas Beatie, un uomo dell’Oregon, che è incinta, in attesa di una bambina.

La cosa potrebbe sembrare impossibile, soprattutto per i vicini di casa che vedevano in Thomas e nella moglie Nancy un coppia come molte altre, ma la soluzione è presto detta: Thomas prima era una donna.
Thomas, ora legalmente uomo, ha iniziato il suo percorso sottoponendosi a vari interventi chirurgici tra cui la rimozione del seno e le iniezioni di testosterone, ma per sua decisione non si è fatto rimuovere la vagina e quindi l’apparato riproduttivo.

In seguito, Thomas si sposa con Nancy e, visto che la moglie non può avere i figli, l’unica soluzione che rimane è quella di affrontare direttamente una gravidanza.
Scrive Thomas «Come ci si sente ad essere incinto? Una sensazione incredibile. E, nonostante la mia pancia cresca giorno dopo giorno, io mi sento un uomo. Quando mia figlia nascerà, io sarò il padre e Nancy la madre».

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,